Vocabolario

Coppapasta

Piccolo stampo senza fondo in acciaio, generalmente rotondo ma disponibile in varie forme, utile per tagliare la pasta fresca (si pensi alla realizzazione di ravioli e tortelli) o dare una forma agli alimenti (si pensi a una tartare, a una panzanella, a del riso) e rendere la presentazione del piatto più gradevole. In questo caso, dopo aver posizionato il coppapasta (anche chiamato “ring”, ossia anello) su di un piatto, lo si riempie con i vari ingredienti, che ne prenderanno la forma, ottenendo un effetto visivo piacevole.

L’utilizzo casalingo di questo accessorio non è ancora molto diffuso, nonostante sia ormai di pubblico dominio. Se amate o avete esigenze di estetica, o semplicemente fate sempre pasta fresca, può essere utile. In caso contrario è destinato a trascorrere la sua esistenza in quel cassetto degli utensili che non considerate mai.

Da coppapasta deriva il verbo “coppare”, col quale si indica l’atto di tagliare un alimento, e quindi definirne i contorni, con il coppapasta. In particolare ci si riferisce agli impasti, dopo essere stati stesi.

Condividi:
Pin Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.