Prodotti - Vocabolario

Mirin

Il mirin è un vino dolce e poco alcolico dal colore ambrato di origine asiatica. E’ il cugino dolce del sakè e si ottiene da un particolare tipo di riso chiamato “mochigome”, anche detto glutinoso. La caratteristica di questo riso è di essere molto appiccicoso una volta cotto.

La preparazione del mirin prevede la cottura a vapore di riso comune e di riso mochigome. Una volta cotti, vengono cosparsi di koji, una muffa in grado di attivare il processo di fermentazione, che ha una durata di due o tre mesi. Il prodotto viene quindi pressato e strizzato affinchè possa separarsi la parte solida da quella liquida, che è quella che ci interessa. I liquidi cosi ottenuti vengono lasciati maturare da un minimo di un anno fino anche a diversi anni, in base a quanto si voglia affinare il mirin, che è quindi pronto per essere usato.

Nella produzione del mirin non viene utilizzato zucchero. Il caratteristico sapore dolciastro dipende dal glucosio ottenuto dalla fermentazione. E’ un ingrediente fondamentale nella cucina giapponese, soprattutto nelle marinature. E’ un elemento base della salsa teriyaki, diffusissima non solo in Asia, ma anche negli Stati Uniti e in Europa.

Condividi:
Pin Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.